Ho chiesto alla ragazza che amo di uscire, e mi ha risposto...

Ti vedo solo come un amico/a. Questa è la frase che tutti temono più di ogni altra cosa. Il terrore della friendzone è reale. Essere friendzonati può creare problemi psicologici e rovinare rapporti di amicizia ai quali si teneva davvero. Purtroppo, è un fenomeno abbastanza diffuso e capita a tutti almeno una nella vita, persino alle ragazze e ai ragazzi più fighi in circolazione. La friendzone è quello stato di ‘limbo’ in cui ci si ritrova e che impedisce di definire il tipo di relazione che sia ha con un’amica o amico: magari il propriostato affettivo è chiaro, ma quello dell’amico un po’ meno.

Il modo per superare una situazione dubbia è quello di tentare a fare un passo in avanti. Bisogna però essere certi di applicare le giuste tecniche e soprattutto bisogna essere pronti a beccarsi un pesante rifiuto. In ogni caso, sappiate che le escort Firenze, non vi rifiuteranno mai se state pensando ad avere un’avventura eroticache vi aiuti a dimenticare la vostra amichetta.

ad avere un’avventura eroticache

Quali tecniche esistono per evitare il friendzonamento?

Bisogna ricordarsi sempre di non prendere troppo a cuore un rifiuto, nonostante voi siate stati già scottati o se siete già emotivamente coinvolti. Un’arma vincente per tastare il terreno è quella di utilizzare l’ironia, così da inviare messaggi velati, che facciano intendere il vostro interesse e che vi facciano studiare le reazioni della persona che vorreste come partner. Prova a metterla/o alla prova parlando dei tuoi ipotetici progetti di coppia, comunica che vorresti trovare una persona comprensiva al tuo fianco e lascia che conosca il tuo lato più tenero, in modo che possa conoscerti da un punto di vista con cui non ti aveva mai considerato.

Inconsciamente potrebbe scattare qualcosa nella testa dell’altra persona che la porti ad avvicinarsi a te. Sarebbe comunque meglio non esagerare con complimenti e cose varie, in evitando di sembrare maniaci o ossessivi. Potreste proporre alla vostra incerta controparte di accompagnarvi durante delle compere speciali, magari di roba inusuale, non comune tra amici: per alcuni potrebbe essere inusuale chiedere ad una ragazza di accompagnarlo a scegliere delle camicie. È una cosa che potrebbe risultare intima ad alcuni.

Se invece siete più spavaldi, potreste avanzare la proposta di andare a comprare sex toys insieme e vedere come reagisce (sempre se c’è una certa intimita di base). L’obiettivo è stare insieme, conoscersi ancora più a fndo e capire se l’altra persona è seriamente attratta da noi e se si vede proiettata in una relazione.

Nella conquista della controparte è fondamentale utilizzare un linguaggio specifico, che vada un po’ più sullo pseudo romantico anzichè esprimersi attraverso termini come ‘’amico’’ o magari ruttandole/gli in faccia.

Bisogna pensare all’amico/a come una conquista, ossia fate quello che fareste per conquistare qualsiasi altra persona. Quindi un minimo di eleganza è fondamentale. Se non le avete mai dato troppe attenzioni, non iniziate a farlo tutto in una volta: piuttosto fate ciò che sapete già che le fa piacere, in modo sottile,senza fare gli sdolcinati. E se ha un carattere che vi fa sbottare, tirate un forte respiro e calmatevi. Vale lo stesso se iniziate a tremare e non ce la fate più a trattenere il segreto: ogni cosa al suo tempo e rischiereste di rovinare il vostro magnifico piano.

C’è chi è più impavido e a cui piace utilizzare il metodo più rischioso fra tutti, cioè il dialogo diretto: ‘’Mi piaci. Ti voglio. Fidanziamoci’’ e si butta a capofitto a baciarla/o. Mette ansia solo a leggerlo... ma con alcuni funziona ma solo c’è già un certo livello di complicità (soprattuto tra scopamici) e ,appunto, tanto contatto fisico.

sex toys insieme e vedere come reagisce

E se invece sei stato già friendzonato ma non riesci a togliertelo/a dalla testa?

A questo punto ti conviene farti carico delle tue responsabilità e soprattuto valutare bene se sia il caso o no di farsi rifiutare un’altra volta. Va bene che ci siano anche fattori esterni a influire sulla decisione dell’altra persona (famiglia, pettegolezzi da parte di altri amici, magari la presenza di un fidanzato...) e se pensate che lei dica di no perché è influenzata negativamente ma sotto sotto lei provi qualcosa, è un conto. Ma se la vedete totalmente disinteressata, allora rispettate voi stessi in primis e abbiate cura della vostra dignità. La verità è che non gli/le piacete abbastanza.

Anche se siete innamorati sul serio di una persona, devastarsi psicologicamente e poi magari somatizzare non è la soluzione che vi aiuterà ad avere ciò che desiderate. L’unica cosa positiva che potreste attuare è prendervi cura di voi stessi in ottica di miglioramento: andare il palestra, mangiare meglio, studiare di più... ma sempre stando attenti a non cambiare per impressionare gli altri. Ancor peggio se il rifiuto inizia a modellarvi il carattere: potrebbe provocare traumi che permangono nel tempo.

Cosa fare quindi se ti senti friendzonato?

utilizzare un linguaggio specifico

La prima cosa da fare in assoluto è chiedersi se siete sicuri di essere stati veramente friendzonati o se è solo una vostra impressione. Magari all’altra persona non era passato nemmeno per l’anticamera del cervello.

Prima di tutto dovreste cambiare approccio alla vita e migliorare la vostra forma mentis. Non tutto il male viene per nuocere, quindi allontanarvi vi permetterà di vedere le cose da un’altra prospettiva e magari capirete che quella persona, in realtà, era tossica. A volte la dipendenza è difficile da notare da una situazione interna. Se oltre al danno vi ritrovate anche con una beffa, l’umiliazione necessita un contrattacco: fate capire all’altra persona cosa significa essere ignorati. Magari è alla ricereca di attenzion, e la vostra distanza potrebbe destabilizzarla. Non è escluso che potrebbe diventare gelosa.

In conclusione

Se vi comportate da amici, gli altri vi vedranno come tali. Se volete evitare la friendzone, non mettetevi nelle condizioni di entrarci. Magari il tempo vi darà delle risposte e sarà l’altra persona a confessarsi. Se, invece, avete la conferma che all’altra persona non piacete... Pazienza! Il mondo non finisce qui. Rimanete uomini e donne coi controcoglioni. Non tutti hanno le palle per dichiararsi. Alla base di tutto, c’è una morale più profonda: la friendzone mette davanti una sfida e la vittoria non consiste nel conquistare qualcuno, ma nell’essere capaci di superare i propri limiti e le proprie paure.