18

Conferma di avere più di 18 anni o abbandona il sito web.
Questo sito utilizza i cookie solo per analizzare il traffico.

Di cosa si occupa un fluffer e quanto guadagna?

Il fluffer, che potrebbe essere un uomo o una donna, è responsabile della preparazione dei pornoattori per le scene sui set porno. Questo ruolo professionale esiste principalmente nell'industria pornografica e molto poco nell’ambito delle escort Parioli. Può sembrare una cosa strana, ma è una figura necessaria sui set ed a volte può risultare piuttosto pesante, soprattutto perché, contrariamente all'opinione popolare, girare un film porno non è affatto un compito facile come potrebbe sembrare.

Le mansioni di un fluffer

masturbazione manuale o orale

l fluffer professionista si occupa maggiormente degli attori piuttosto che delle attrici, e questo è dovuto al fatto che l’uomo, durante i set, deve mantenere a lungo l’erezioni, un affare poco facile a meno che non si ricorra a qualche trucchetto. Proprio per evitare l’utilizzo dannoso di pilloline blue, il fluffer entra in gioco e mantiene caldi i pornoattori tra un ciak e l’altro tramite masturbazione manuale o orale.

I fluffer gay, hanno come unica missione quella di far ottenere un’erezione di lunga durata per tutto il tempo delle scene. A volte possono è necessario compiere azioni faticose come sostenere fisicamente le pornoattrici durante una doppia penetrazione.

La figura del fluffer esiste davvero ma rischia di sparire a causa di metodi alternativi e meno impegnativi in grado di mantenere il pene duro.

Come di diventa fluffer

Come per le pornostar e i pornoattori, esistono dei colloqui che esaminano le capacità effettive di un individuo affinché possa essere pronto per intraprendere un simile ruolo.

Le audizioni si tengono in giorni specifici, tramite contatti con delle case di produzione, annunci online o, a volte, queste figure vengono assunte per caso! Secondo alcuni, è molto più comune essere avvicinati da gente che lavora nel porno e ricevere un’offerta dal nulla, magari mentre siete in un bar a bere o in un negozio d’abbigliamento a fare shopping.

Quanto guadagna un fluffer

I fluffer hanno il compito di mantenere impegnati sessualmente gli attori pornografici maschi tra una ripresa e l'altra. I fluffer devono mantenere un comportamento professionale pur essendo a proprio agio in circostanze intime. Altri compiti possono comportare il supporto dello staff e lo spostamento di merci di grandi dimensioni, a volte come degli stagisti. I fluffer professionisti hanno guadagnato dai 39.000 ai 42.000 dollari all'anno in America, dunque pagati dai 19 ai 21 l'ora. I guadagni effettivi sono determinati da una serie di elementi, il più importante dei quali è l'intero budget di produzione.

Le abilità richieste

Non bisogna essere dei gran performer di per sé, tanto che nemmeno ai registi interessa molto quello che un fluffer sappia fare: a loro importa solo se sono capaci di focalizzarsi su una scena e girarla come da loro indicato. Se non si vuole o si è impossibilitati a farlo, semplicemente si passa al prossimo candidato. È un settore dinamico e le persone vanno e vengono tutto il tempo, anche molto particolare, per cui non tutti sono propensi a un certo genere di lavoro e spesso si verificano crolli emotivi.

Alcuni registi americani hanno raccontato che sono soprattutto i giovani attori a non riuscire a mantenere l'erezione e a necessitare un fluffer.

La psicologia prima del fluffer

I problemi di erezione colpiscono tutti gli uomini a un certo punto. Si prevede che entro il 2025, il numero di casi di disfunzione erettile possa raggiungere i 322 milioni, anche tra i più giovani.

Quasi la metà degli uomini all'età di 35 anni ha lottato con problemi di erezione, problema non causato dal fisico ma da fattori psicologici. Molti individui sono perfettamente sani ed il porno può essere collegato a problemi di erezione, perché crea aspettative irrealistiche sul sesso.

Il fluffer svolge un lavoro obsoleto?

Rispetto agli anni '70, decisamente sì. È proprio in quegli anni che il porno ha iniziato a lasciarsi alle spalle le pellicole da 8 mm per i cortometraggi per prediligere a quelle da 16 e 35 mm, di gran lunga più costose. Anche le produzioni hanno iniziato a complicarsi con l’arrivo dei set e della troupe, ed è grazie a questo che i "fluffers", hanno preso piede, lavorando anche come assistenti di produzione.

Tuttavia, con l'arrivo degli anni '80, i film sono diventati lunghi e di conseguenza, i fluffer hanno inziato a non essere poi così ricercati.

La disfunzione erettile affligge gli attori porno?

fluffer svolge un lavoro obsoleto

I risultati della ricerca dei sessuologi ci indicano l’esistenza di un'alta correlazione tra problemi di erezione e uso del porno, anche se non è la causa principale.

Il porno è puro intrattenimento per adulti e tagliarlo fuori non risolverà il problema.

Sono, invece, i farmaci che possono peggiorare di gran lunga la disfunzione erettile. Essendo progettati per l'ansia da prestazione, non mirano a nulla di effettivo se non a qualcosa che dovrebbe essere analizzato da psicoterapeuti, altrimenti si rischia di diventarne dipendenti.

L’utilità del fluffer è reale

Le società di pillole ne offre a palate, e ce le fanno passare una soluzione a lungo termine.

‘’Hai questo problema? TAC! La tua pillolina magica è pronta all’uso’’.

Il fluffer aiuta a superare la disfunzione erettile sul set senza l’utilizzo di metodi dannosi alla saluta ed aiutano anzi a prevenire future occorrenze di disfunzione erettile dovute ai fattori psicologici. Ricordiamo che girare su un set porno non è tutto rosa e fiori come quando si è nella propria camera da letto a masturbarsi.

In conclusione

Dunque sì, i fluffer esistono e sono molto utili. Potrebbero servire anche nei momenti di vera intimità.

È un peccato che sia una figura sempre meno richiesta. Avere qualcuno che insegni ad essere fiducioso nelle proprie capacità di dare e ricevere piacere allevia le preoccupazioni legate alle prestazioni.

 Non tutti sono dotati di intelligenza sessuale, ed i fluffer supportano la persona che ha bisogno di una mano a notare dettagli che prima non avrebbe notato e che forse sono la causa di tutti i problemi.

10