18

Conferma di avere più di 18 anni o abbandona il sito web.
Questo sito utilizza i cookie solo per analizzare il traffico.

Amore a prima vista è raro o comune per le persone?

Capita spesso di sentire frasi come «se è la persona giusta, lo capisci subito», magari perchè queste persone credono che debba arrivare il classico colpo di fulmine accompagnato da lampi e tuoni. Ancora oggi donne cercano uomo in tanti modi. Le prime impressioni sono essenziali per sapere se una relazione prospererà o meno. Ci saranno quelli che non credono nell'amore per le prime date, ma è dimostrato che tutto ciò che facciamo, il modo in cui ci comportiamo durante quel giorno e nelle prossime settimane segnerà il futuro della relazione.

Non sono sicura che è la persona per me

amore a prima vista


Per molte persone in cerca della dolce metà l'amore a prima vista non è l’unico scenario possibile. Anzi, il mito dell’amore a prima vista, è responsabile di tante delusioni secondo quanto riportato dalle persone perchè il tempo tolto dal colpo di fulmine al posto di una frequentazione continua spesso è determinante.

Tante persone sperano nell’amore definitivo


È chiaro che non si può definirlo al primo appuntamento ma anche un rifiuto troppo precoce, spesso fatto di fretta perchè l'idea non era quella che avevi sempre immaginato. Non esiste scientificamente il tempo necessario per innamorarsi, naturalmente anche gli psicologi sanno che può variare a seconda dell'individuo e della sua definizione personale di amore.

Le influenze culturali

Tantissimi sono i canoni che fin da piccoli, nelle fiabe o in tv arrivano diretti alle persone tramite costumi dettati dalla cultura e dalla società. Spesso solo proiezioni di un ideale di partner e/o di vita che ci siamo costruiti crescendo attraverso la ricerca della condizione ideale e migliore per il nostro umore dettato da un senso estetico di ideale di partner. Di certo il primo e forte interesse per una persona aiuta moltissimo per costruire poi relazioni stabili. Perché i primi requisiti estetici ed idealizzati vengono soddisfatti.

Il valore delle parole conta

L’amore a prima vista è alimentato dalle prime parole scambiate con l’altro da una convergenza di interessi ed ideali con quelli dell’altra persona. Nonostante la forte tradizione di questo fenomeno nella cultura occidentale, ci sono molte persone che non credono nell'amore a prima vista. Sostengono che non puoi amare qualcuno che non conosce o che non è nemmeno stato ascoltato. In breve, credono che ciò che le persone identificano con amore a prima vista non è altro che attrazione sessuale.

L’attrazione fisica

L'amore è (anche) questione di chimica perché effettivamente tutto ciò che si mette in moto nel nostro corpo quando ci innamoriamo e proviamo attrazione fisica è una vera e propria reazione tra componenti differenti che per qualche strano motivo ci attraggono verso l'oggetto del nostro desiderio, portandoci alla soddisfazione dei sensi e degli istinti primordiali. In questo senso questa cosa ci fa capire che questo amore è dato in termini di percezione che abbiamo della bellezza. Una bellezza che non si basa su una persona che ha un buon aspetto fisico, ma che ha punti in comune con il nostro contesto. Cioè, le persone che sembrano un amore del passato, un parente amato o un amico con cui vai molto d'accordo di solito sono più attraenti.

Se la chimica non è tutto ciò che serve in una relazione, allora cosa serve oltre la chimica?

amore non sempre basta

Serve tanta Consapevolezza, innanzitutto. Poi, chiarezza perché serve comprendere i propri bisogni e quelli del partner, completandosi e analizzando in modo lucido per capire se c'è possibilità di colmare le rispettive necessità. In una relazione stabile e duratura è fondamentale prendersi cura l'uno dell'altro, l'amore non sempre basta. Dopo la fase dell'innamoramento, giunge quindi il momento di rivalutare il rapporto in una chiave più concreta e realistica, calandolo nel quotidiano e rispettando le reciproche differenze.

I fattori convolti

Si condividono esperienze dalle quali si sviluppa complicità. A questo punto bisogna capire se nella complicità vengono soddisfatti i relativi bisogni individuali, derivanti (anche) da esperienze passate, traumi infantili e precedenti rapporti interpersonali o relazioni sentimentali.Le due metà della coppia, a questo punto, dovrebbero avere ben chiare le rispettive esigenze. Non avere paura di comunicare i tuoi bisogni in modo esplicito al partner affinché li ascolti e li comprenda. Il passo successivo sarà verso il tentativo di soddisfarli. Non tutti, ma almeno quelli fondamentali. Quali? Sarai tu a stabilirlo.

A cosa non puoi rinunciare?

Ci meritiamo un partner attento alle nostre esigenze e la stessa attenzione dobbiamo porre nei confronti delle sue; un partner che ci ascolti e trovi del tempo per noi.La chimica non è tutto ciò che serve in una relazione: poi arrivano la predisposizione all'ascolto reciproco e al soddisfacimento dei rispettivi bisogni, pietre miliari sulle quali costruire un rapporto sano, forte e duraturo basato sulla fiducia e sul rispetto.

Bisogna essere uguali per forza?

La saggezza popolare sostiene che gli opposti si attraggono. Questo è vero fino a un certo punto: condividere almeno i valori fondamentali e una certa quantità di interessi rende sicuramente la vita più facile. Inoltre, alcuni studi suggeriscono proprio il contrario: tendiamo a sentirci attratti da volti che, inconsciamente, ci riportano a persone che conosciamo già e che amiamo, a cominciare dai genitori o da altri partner che abbiamo amato in passato. Di solito il meccanismo si attiva perché questa reminiscenza genera in noi un senso di sicurezza e desiderio di affidarsi.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Non tutti considerano il fatto che la bellezza ha un suo peso nelle nostre scelte: per trovare attraente un lui (o una lei) di solito preferiamo una persona che sia bella almeno quanto noi, almeno nella percezione che abbiamo di noi stessi, o un po’ meno, per non sentirci minacciati nella nostra autostima e per non vivere nel timore continuo che l’altro possa preferire una terza persona a noi. 

E i Social aiutano?

Dating e incontri


Certamente oggi esistono tante app di Dating e incontri che aiutano a plasmare la figura del tuo amore, è vero anche che l'amore richiede la conoscenza reale di qualcun altro e di se stessi, qualcosa che è impossibile fare semplicemente guardando una persona dallo schermo.

Non esiste uno studio che conferma o smentisce.

Tuttavia, una relazione è una questione di due, non di una persona, quindi è necessario porre l'accento sulla reciprocità. Entrambe le persone dovrebbero essere attratte allo stesso tempo, non solo fisicamente ma anche emotivamente.

È giusto innamorarsi e fare battere il cuore, è giusto prendersi del tempo ed è giusto fare ciò che ti rende felice...

7